Verres – Vercelli 98,6 km 700+

Dopo la consueta abbondante colazione, inizio questo secondo giorno, che dalla Valle d’Aosta mi porterà in Piemonte. La mattina è caratterizzata da ricchi spunti culturali: attraverso il ponte di Bard entrando nel delizioso villaggio dominato dal forte per poi raggiungere Donnas, lungo la Strada romana delle Gallie.
Entrando in Piemonte i rilievi si addolciscono, ma le temperature aumentano. Il percorso alterna borghi caratteristici a piacevoli tratti nella natura. Il dolce scroscio della Dora Baltea lascia spazio al silenzio delle infinite colture di granoturco e riso.

Proseguo sulla Serra di Ivrea, la più grande morena d’Europa che regala spettacolari panorami sul lago di Viverone.

A Cavaglià mi fermo per un breve pranzo e ho il piacere di scambiare quattro chicchere con una dolce coppia partita da Manchester. Poi incontro Big Hans, col quale condivido una breve tratta del percorso, gigante olandese partito A PIEDI da Eindhoven l’8 di Luglio con destinazione ROMA. Infinito rispetto per Lui.

Attraverso ora la pianura vercellese, frequenti sono gli incontri con diverse specie avicole. Arrivo a Vercelli dopo un’interminabile rettilineo pianeggiante e trovo ricovero all’ Hospitale Sancti Eusebi, in pieno centro citta.

A domani #winthebest