Questo breve scritto lo dedico a Fabio; senza di lui forse tutto questo non avrebbe nemmeno avuto inizio. La mia esperienza mi porta a dire che è quasi matematicamente impossibile trovare un amico disponibile OGNI volta che ne hai bisogno.. con Fabio è diverso, lui c’è sempre, grazie ancora amico mio..
Sveglia di prima mattina alle 6.45 e dopo un’abbondante colazione a base di burro e confettura sistemiamo le ultime cose in vista del viaggio e inforchiamo le bici in direzione Italia lungo la via Francigena. Una lunga strada panoramica ci porta fino a valle, attraversiamo gli incantevoli borghi di Saint Rhemy en Bosses, Saint Leonard, Saint Oyen, Etrobles.

Arrivati ad Aosta proseguiamo in direzione Sud, il percorso si svolge quasi interamente sulla destra orografica del fiume Dora. A pranzo, verso le 14 circa ci fermiamo a Fenis dove sorge l’omonimo castello, uno dei più famosi manieri medievali della Valle d’Aosta.

Dopo pranzo Fabio rientra verso Aosta per recuperare l’auto e rientrare a San Marino. Un velo di commozione avvolge il nostro arrivederci. Da questo punto in poi il mio viaggio sarà in assoluta solitudine.

Proseguo verso Saint Vincent e successivamente Verres, dove trovo ricovero per la notte all’ostello Il Casello.

Bernardo – Verres: 93,3 km, 1000 mt dsvl+

A domani, #Winthebest